Abitare i Luoghi - news

gemellaggioscuole

Cronaca del primo gemellaggio

Nelle giornate di venerdì 10 e sabato 11 novembre si sono svolti a Capestrano i lavori del primo gemellaggio tra scuole promosso da RicercAzione nell'ambito di Abitare i Luoghi, e che ha coinvolto l'Istituto Comprensivo 2

di San Salvo e la Scuola U. Migliorati di Capestrano.
Nella prima giornata i bambini di San Salvo sono stati accompagnati sono stati accolti dai bambini e ragazzi di Capestrano nella loro scuola ed hanno poi partecipati ai laboratori musicali nel magnifico Castello Piccolomini che domina il paese.
Il giorno 11 è stato sottoscritto il Protocollo d'Intesa che stabilisce i termini della collaborazione tra le due scuole: sono previsti incontri e numerosi appuntamenti che si svolgeranno nel corso di tutto l'anno scolastico .
All'incontro hanno presenziato, davanti ad una folta platea degli studenti, gli organizzatori di RicercAzione, le dirigenti delle due scuole, Anna Orsatti  e Domenica Pagano, il vice sindaco di Capestrano,  Davide Fontecchio, e la vice sindaco di San Salvo, Maria Travaglini.
Sono inoltre intervenuti la presidente della Riserva della Sorgente del Pescara, Pieralisa De Felice, la professoressa Iole Carlettini dell'Università di Chieti e Fabio Travaglini, segretario dell'AICRRE Abruzzo.
Tutti gli interventi si sono incentrati sul bellissimo lavoro svolto da tutte le maestre e i genitori,  coordinati dalla nostra Maria Aurelia e da Siria Caruso di Capestrano, che hanno  favorito la reciproca collaborazione ed amicizia.
Sono vari e diversi gli elementi di sorpresa e soddisfazione che hanno contraddistinto questa esperienza, tutti sottolineati dai promotori e dagli ospiti, a partire dalla professionalità delle maestre, alla estrema generosità delle famiglie che hanno preparato il rinfresco per gli ospiti.
Ma la cosa più importante è stata la meraviglia della scoperta da parte dei nostri ragazzi di un posto tanto favoloso, vicino ma sconosciuto sia nella sua storia (col castello, il Guerriero) che nella sua gastronomia (zafferano e gamberi di fiume), cosa che fa capire quanto lavoro ci sia da fare nella promozione della reciproca conoscenza all'interno dello stesso Abruzzo e di come un tessuto connettivo abbia bisogno di essere rinsaldato perché ci si possa sentire vicini ed abitanti di un unico meraviglioso territorio.
È quindi quanto mai importante l'impegno dei Comuni che, attraverso il lavoro delle scuole, aiutano le finalità del progetto, mettendo a disposizione le strutture di accoglienza e l'entusiasmo delle persone chiamate a collaborare.
Il vice sindaco Maria Travaglini è rimasta piacevolmente colpita nel constatare che molta strada è stata fatta per permettere a ragazzi e ad interi territori di incontrarsi e conoscersi, nel segno di una crescita comune. Per questo ha prontamente offerto la disponibilità sua e del comune di San Salvo a ricambiare quanto prima l'ospitalità e la generosità che abbiamo ricevuto, consapevole che per far fiorire un progetto ambizioso ed importante come quello di Abitare i Luoghi sia fondamentale la continuità e la cura delle relazioni.

Silvia Di Virgilio