Editoriali

master promotori

Il Master per Promotori di Territorio: occasione unica

Da qualche giorno sui siti dell’ Università di Teramo, dell’ Istituto d’ istruzione superiore “Crocetti Cerulli” di Giulianova e su sansalvomare c’è il bando per iscriversi al Corso

di perfezionamento Master per manager ed esperti in promozione di territorio.

Questo importante Corso universitario, oltre che sul sito dell’ ateneo teramano, è “pubblicizzato” anche sul portale dell’alberghiero di Giulianova e sul sito nostro perché è stato promosso oltre che dalla Facoltà di scienze alimentari dell’ Università di Teramo, anche dall’ Istituto giuliese (esperto in accoglienza turistica) e da noi di Ricercazione, insieme all’ Associazione datoriale delle piccole e medie imprese italiane (Uni.pmi).

Il corso nasce da un’ esigenza colta da due noti sociologi della D’ Annunzio (Eide Spedicato ed Ezio Sciarra), i quali, agli inizi del 2014, in un week di studi da noi organizzato a Lentella, proposero agli attori sociali coinvolti nel Progetto di sviluppo locale “Fare sistema” la istituzione di corsi per “rafforzare il capitale sociale d’ Abruzzo e Molise”. Venne subito dopo organizzato un primo Corso di cultura e marketing con alcuni colleghi dei ricordati docenti di Chieti, mentre quest’anno si è arrivati a questo Master, aperto non solo ai ragazzi degli Istituti alberghieri e turistici, ma anche e soprattutto a coloro che operano nelle comunità locali: amministratori pubblici, dirigenti di Pro Loco e del volontariato culturale e ricreativo, dirigenti delle Associazioni datoriali, imprenditori turistici ed insegnanti delle scuole primarie e secondarie.

I docenti di sociologia della D’ Annunzio e quelli di scienze alimentari di Teramo terranno novanta ore di lezione in presenza in una originale summer school che si terrà al “Crocetti” di Giulianova dal 28 agosto al 13 settembre del 2017. Altre materie saranno insegnate in sessanta ore on line. Ma non finisce qui, perché duecento ore saranno seminariali. In pratica gli iscritti (di persona o virtualmente seguendo le registrazioni che troveranno in rete) “visteranno cinquanta località topiche”, in cui esperti e docenti svolgeranno lezioni sui prodotti identitari (enogastronomici, antropologici, artigianali e storici).

Dopo le trecentocinquanta ore del Corso gli amministratori e le guide turistiche dei nostri incantevoli borghi, i gestori dei musei e dei b & b, i titolari dei ristoranti e gli insegnanti amanti dei propri territori avranno maggiori competenze per accogliere gli ospiti, per valorizzare le loro comunità, per mettersi a rete e fare sistema e fors’anche per elaborare politiche di sviluppo locale.

Al Corso possono iscriversi sessanta corsisti, tanti quanti sono state le località topiche dell’anno scorso. Quest’anno con la convenzione tra Usr Abruzzo ed Anci Abruzzo e Molise la rete di queste due Regioni conta ben 125 località, cui vanno ad aggiungersi Comuni delle altre Regioni.

Saremmo troppo ottimisti per pensare che tutte le località della Rete topica (interregionale) iscrivano al Master un proprio rappresentante. Ma siamo molto fiduciosi che la risposta ci sarà, perché in giro leggiamo molta curiosità interdisciplinare (rivolta a materie come sociologia, storia e scienze dell’alimentazione, antropologia, museologia, marketing turistico e territoriale) e quindi pensiamo che venga colta al volo un’ occasione come quella offerta da questo nostro Corso, che è più unico che raro nel panorama formativo nazionale odierno. Per iscriversi c’è tempo fino al prossimo 5 dicembre !

Orazio Di Stefano

Commenti   

0 #1 Nilde Maloni 2016-11-05 10:53
Una opportunità da non perdere per i diplomati dell'indirizzo Accoglienza Turistica e per i diplomati dell'Istituto Tecnico per il Turismo.
Forza ragazzi, voi promuovete il territorio e il territorio PROMUOVE VOI!!!
Citazione
Categoria: