San Salvo - News

cardellini

I cardellini esisteranno solo nelle gabbie

I  cardellini stanno scomparendo dalle campagne e dai giardini del comprensorio vastese (San Salvo, Vasto, Cupello, Lentella). In passato ogni pianta custodiva un nido di cardellini. Le siepi sono drasticamente ridotti, per lasciare spazio a colture maggiormente redditizie. I cardellini non hanno più posto

dove nascondersi. Infatti, il numero di esemplari è diminuito drasticamente rispetto al passato.  Il cardellino é originario della Svezia  centrale, ma si è diffuso in tutta l’ Europa, raggiungendo perfino Asia e Africa. Esso presenta un piumaggio caratterizzato da colori vivaci: petto grigio chiaro, faccia rossa-scarlatto, tempie bianche, ali nere con grandi bande gialle.

I principali predatori dei cardellini sono le gazze, le cornacchie e i corvi.

I corvidi hanno raggiunto numeri spaventosi, facendo strage di uova e di pulcini.

Più corvidi e meno cardellini. La gazza aspetta che i piccoli nidi siano cresciuti per poi depredarli. Una rivista riportava, che su 300 nidi di cardellini monitorati, soltanto la prole di 10 nidi si è involata, i resti sono stati depredati dalle gazze e corvi. E’ un problema da molti sottovalutato, ma che sta diventando gravissimo. Più attenzione per le specie locali. Non si può e non si deve rimanere silenti e impassibili. Se non si fa qualcosa, fra qualche anno, i cardellini esisteranno soltanto nella gabbie.

Salviamo i cardellini!

Michele Molino

Commenti   

0 #1 Giovanni 2020-07-11 11:17
Ai mie tempi i cardellini come altri fricillidi e passeri erano pieni anni pianta custodiva un nido,adesso non se ne vede uno,solo gazze corvi e storni,nessuno fa’niente per la loro tutela,fra pochi anni si estingueranno in natura.
Citazione
Categoria: