Il taccuino dello storico

presepe settecentesco

Il presepe settecentesco di Antonio Vassetta

L’anno è il 1936. Una singolare donazione afferisce nel Museo Comunale del Vasto. È un presepe. Un presepe “portatile” realizzato in una teca di legno di noce. Intarsiata, chiusa da vetri e con la costruzione interna in cartapesta. A dirla in breve, una sorta di campana

Leggi tutto...

ocielo

DIALETTO E «COMICO DI PAROLA»

Partecipe alla première de La fattìure, la commedia dialettale di tipo farsesco scritta da Paolo De Guglielmo (1908-1981) e allestita dal gruppo teatrale La Cungarèlle (rappresentata nel cortile di Palazzo d’Avalos il 24 luglio 2018), ho subito pensato alla possibilità

Leggi tutto...

moro

Aldo Moro e gli scavi della battaglia di Canne

Ho letto, qualche giorno fa, di una sorta di polemica emersa a Vasto circa la commemorazione di Aldo Moro per il 40° dal suo assassinio. A me piace ricordarlo quando, sessant’anni fa, nel 1958, inaugurava al pubblico i risultati degli scavi archeologici

Leggi tutto...

murolo luigi prof

NOTOLETTA SULL’USO DI UN NOME

Sono infastidito, molto infastidito, dell’uso che viene fatto del toponimo «Vasto». Ma fin quando il fastidio riguarda solo me, poco male. Non posso far niente. Al contrario, nel momento in cui il termine viene stravolto, non si parla più di querula lamentela, ma di qualcosa

Leggi tutto...

larino anfiteatro

Capire Vasto passando per Venafro e Larino

L’antichità non è un già-dato, un “oggetto” senza vita messo di fronte a dei meri soggetti osservatori. Non è qualcosa posta lì, a portata di mano, che rimane passiva senza suggerire interrogativi. «L’antichità – come sottolineava Novalis – tocca a noi saperla evocare».

Leggi tutto...

crollocasarossetti

Due temi sempre attuali

Conosco una solo foto anteriore al 1956 in cui si osservano i devastanti effetti prodotti da un movimento franoso in quel di Vasto. Ed è quella realizzata in seguito alla frana dell’8 aprile 1919 avvenuta sulla Loggia Amblingh che qui pubblico (seguita, nello stesso anno,

Leggi tutto...

costume pescocostanzo

Sul costume femminile di Pescocostanzo

D’una sobria e composta eleganza il costume femminile tradizionale di Pescocostanzo. Le applicazioni di merletto al tombolo sul lino bianco della «mandęra» (grembiule), della camicia, della «pannuććǝ» (copricapo fatto dalla sovrapposizione di un quadrato di lino bianco

Leggi tutto...

sannicola stendardo

Quodlibet sul culto vastese di San Nicola

Il primo dato da affrontare è quello relativo al luogo di culto sintetizzabile in questi termini. E cioè, che pur, essendo esistita all’interno del centro antico di Vasto una chiesa intitolata a S. Nicola dei Guarlasi (poi a S. Maria del monte Carmelo), essa non ha mai avuto

Leggi tutto...

trasl

Transizioni adriatiche. Per un'antropologia del NA-NAŠU, la lingua dei croati del Trigno

Ho sempre parlato di transizioni adriatiche per quelle correnti migratorie che, soprattutto nel corso dei secc. XV-XVI, hanno caratterizzato un vero e proprio sradicamento insediativo delle popolazioni dell’area balcanica, dall’oriente equoreo verso le plaghe

Leggi tutto...